REGIONE, SCANDALO CIAPI: DENUNCIATI 12 POLITICI

20/02/2013 21:23 Regione, scandalo Ciapi denunciati 12 politici siciliani PALERMO-

Sono 12 i politici denunciati dalla Guardia di finanza per finanziamento illecito ai partiti. La vicenda e’ collegata all’inchiesta sul Ciapi, uno dei più grandi enti di formazione siciliani.

Per adesso si tratta solo di denunce, ma il faldone è già stato consegnato al nucleo che si occupa dei reati contro la pubblica amministrazione. Ci sono cinque ex assessori regionali al Lavoro e alla Formazione, tutti del centrodestra: Carmelo Incardona, che ha ricoperto l’incarico tra il maggio 2008 e il maggio 2009; Luigi Gentile, in carica dal maggio al settembre 2009; Santi Formica (2006-2007), Francesco Scoma (2004-2006) e Nicola Leanza, che a capo degli uffici del Lavoro e della Formazione è stato per pochi mesi nel 2010 e oggi è capogruppo dell’Udc.

La Guardia di finanza avrebbe denunciato anche l’ex presidente dell’Ars Francesco Cascio (Pdl); Gaspare Vitrano, ex deputato regionale del Pd, sotto processo per concussione, per aver intascato mazzette riguardanti appalti del settore fotovoltaico. Compaiono anche Salvino Caputo, deputato del Pdl all’Ars. Seguono: Nino Dina, deputato regionale dell’Udc; Mimmo Di Carlo, del Pid; Salvo Alotta, del Pd, ex vice presidente vicario del consiglio comunale di Palermo e Gerlando Inzerillo, ex congliere comunale di Grande Sud. Gli ultimi due esponenti politici erano candidati alle scorse elezioni comunali ma non sono stati eletti. I finanzieri hanno denunciato complessivamente 40 persone: ventotto sono ex amministratori e funzionari.

Tutti i politici negano. “Non sappiamo nulla”, dicono.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *