UN “BARONE” PER COMMISSARIO STRAORDINARIO?

A distanza di 15 giorni dalle dimissioni di Vito Bono, ancora la Regione deve nominare il commissario straordinario in sostituzione del sindaco dimessosi. A Campobello di Licata si è già insediato. A Sciacca no. A quanto pare è stato proposto il vice prefetto di Agrigento, ma senza esito. Nelle ultime ore, si fa insistentemente il nome di Paolo Barone, dirigente in pensione dall’inizio dell’anno e con lunga carriera in assessorato ragionale alla Sanità. Pare sia parente della moglie di un deputato saccense.

Ormai, comunque, la nomina dovrebbe essere una questione di ore, e già da lunedì prossimo sulla poltrona che fu di Vito Bono, per metà del suoi mandato, dovrebbe sedersi il commissario straordinario per guidare la città fino alla data delle prossime elezioni, che dovrebbero svolgersi a fine maggio.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *