TERME, DEPOSITATO IL PROGETTO PER LA SEPARAZIONE DELLE ACQUE TERMALI DA QUELLE NERE

E’ stato depositato al Comune, da parte della Terme di Sciacca Spa, il progetto relativo alla separazione delle acque termali da quelle nere. Si avvia, dunque, il percorso per risolvere una questione delicata e che, finalmente, metterà “a posto” le condutture dei reflui. In buona sostanza, i lavori che saranno eseguiti, dopo l’approvazione del progetto, non consentiranno più alle condotte delle acque termali e nere di viaggiare in parallelo.

Le somme a carico delle Terme ammonta a 90.000 euro, mentre rimane a carico della Girgenti Acque la parte di competenza e cioè il collegamento della fogna esistente a quella realizzata e che giunge fino al depuratore. La Girgenti Acque ha un suo progetto.

Il tutto segue quanto si è stabilito in sede di conferenza di servizi svoltasi in precedenza tra il Comune, la Regione e Girgenti Acque. Il progetto depositato dalla Terme di Sciacca Spa dovrebbe essere esitato dagli Uffici tecnici nel giro di pochi tempo. La società termale è pronta per dare il via all’inizio dei lavori.

E’ un altro tassello che viene messo con complesso puzzle delle cose da mettere a posto nella struttura termale. Il Commissario liquidatore Carlo Turriciano sta inserendo al loro posto i vari tasselli, nonostante le difficoltà incontrate a causa di una Regione, proprietaria delle Terme, che viaggia ad una velocità più ridotta di quella di una lumaca nei confronti di una delle sue principali risorse. Rimane nel sonno, invece, la questione del bando.

Alla Regione “studiano” ancora per capire qual è la migliore soluzione da adottare. E nel frattempo, il tempo scorre e il degrado lievita.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *