STADI VIETATI PER I TIFOSI ULTRAS DELLO SCIACCA

Provvedimento adottato non per fatti violenti, ma per accesso illegale allo stadio Gurrera dove si giocava a porte chiuse

Vietato l’accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive per una decina di tifosi ultras dello Sciacca calcio.

Il provvedimento, emesso dalla Questura di Agrigento, è quello più noto come Daspo ed è riferito ai fatti accaduti sabato 6 settembre scorso allo stadio Gurrera di Sciacca, in occasione della prima partita di campionato giocata contro il Castellammare.

I tifosi, quasi tutti giovanissimi, si sono introdotti in una tribuna dello stadio “Gurrera” nonostante la partita si disputasse a porte chiuse. Un provvedimento che non fa quindi riferimento ad atti di violenza, come spesso accade per i Daspo. I tifosi non si sono resi protagonisti di violenze, ma sono entrati allo stadio scavalcando il muretto o bucando una recinzione, contravvenendo alla disposizione delle autorità.

I tifosi, identificati dagli agenti del commissariato di Polizia che erano presenti allo stadio, al momento sarebbero una decina, ma il loro numero potrebbe aumentare nel corso dell’attività di identificazione fatta tramite la visione di filmati e fotografie.

foto archivio 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *