SIR ROCCO FORTE CHIEDE RISARCIMENTO DANNI: PERSO MOLTO TEMPO PER APPROVAZIONE PIANO DI LOTTIZZAZIONE

Rocco Forte contesta anche l’approvazione di tre emendamenti che impongono alla societa’ l’adeguamento di una strada di accesso al mare

Un ricorso al TAR contro il comune di Sciacca e’ stato presentato dalla Rocco Forte & Family, proprietaria del Verdura Golf & spa resort. La societa’ pretende un risarcimento danni per il ritardo con il quale il consiglio comunale lo scorso mese di febbraio ha dato il via libera ad un piano costruttivo presentato nel 2006 per la realizzazione, nell’area attigua al resort, di 52 villette extralusso per un investimento di oltre 100 milioni di euro.

L’istruttoria si e’ conclusa sei anni dopo il suo avvio. Un po’ troppi, per i legali del magnate italo-inglese, che ritiene di aver subito un danno d’impresa. In piu’ Rocco Forte contesta anche l’approvazione, nel corpo della delibera del consiglio comunale, di tre emendamenti che impongono alla societa’ l’adeguamento di una strada di accesso al mare, l’individuazione di un’area per parcheggio pubblico e quella di un’ulteriore zona da adibire a verde attrezzato. Interventi non dovuti, secondo i legali della Rocco Forte & Family.

Dunque, la Compagnia fa sul serio e si scaglia contro i tempi troppo lunghi della burocrazia, ma anche di una classe politica che spesso si perde in parole. Dal giorno della posa della prima pietra, la Compagnia di Sir Rocco Forte ha visto un allungamento della tabella di marcia dei lavori che di fatto ha prococato ingenti danni, ritardando l’apertura e sconvolgendo gli obiettivi commerciali. In primis le vicende della Regione, note a tutto il mondo con la vicenda delle buche vicine al mare e che hanno bloccato i lavori per la realizzazione dei green per un anno.

 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *