RAGANELLA: “FIGLI DI UN DIO MINORE?”

Cinzia Deliberto sollecita il sindaco Di Paola a considerare i problemi della Contrada

Mentre il sindaco Fabrizio Di Paola è impegnato con la sua giunta a incontrare i vari Comitati di quartiere, il consigliere comunale Cinzia Deliberto scrive una nota all’Amministrazione per sensibilizzarla ad affrontare le tematiche della zona Raganella.

“Considerato- scrive Deliberto- che la C.da Raganella negli ultimi 10 anni e diventata una contrada abitata stabilmente da moltissime famiglie, che la stessa zona ha un aumento considerevole degli abitanti nel periodo estivo, che la strada serve i proprietari dei terreni adiacenti, si chiede al sindaco e all’amministrazione, valutato l’interesse che hanno dimostrato per le varie contrade, se, ritengono opportuno prendere in considerazione i problemi degli abitanti della contrada”.

Ma quali sono le tematiche sollevate dalla Deliberto? “Appare indispensabile- scrive- effettuare degli interventi di messa in sicurezza, specialmente in riferimento al ponte che si trova in posizione fuori asse e che rappresenta una svolta a sorpresa dietro l’angolo, questo ponte è diventato un pericolo serio, prova ne sia che è stato teatro di incidenti più o meno gravi anche mortali. Già da circa un anno il guard – rail destro, nella discesa che va verso Sciacca è totalmente divelto, causa incidente al di sotto del quale vi è un pericoloso burrone, risultando privo di ogni più elementare sistema di protezione, specie nelle ore serali, quando la strada è totalmente priva di illuminazione. Si fa notare altresì che la maggior parte dei guard-rail di tutta la zona non si trovano in sicurezza , questo rende la strada molto pericolosa per la pubblica incolumità, poiché i vari pericoli non sono segnalati e nel periodo estivo, per l’intensificarsi del traffico veicolare la strada viene percorsa anche a grandi velocità”.

Questa la proposta: “Ritengo opportuno in riferimento ai pericoli sopra elencati, che sia urgente una giusta sistemazione della segnaletica, una intensificazione dei controlli e valutare la possibilità di posizionare dei dissuasori di velocità nei tratti a più veloce percorrenza. Inoltre faccio presente che lo stesso sindaco nel periodo in cui è stato Presidente del Consiglio comunale anno 2006 era già stato investito del problema relativo alla viabilità del ponte e che aveva fatto una segnalazione al Sindaco di allora, ai dirigenti e agli assessori preposti”.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *