PISCINE COMUNALI: GUAI PER LA SWIMMING A CANICATTI’

La Swimming, la società di Caltanissetta che ha partecipato all’appalto con la formula del project financing per il completamento e la gestione della piscina comunale di Sciacca, una delle storiche opere pubbliche incompiute della città, è ai ferri corti con il Comune di Canicattì’, città in cui fino ad oggi ha gestito analoga struttura.

Il gestore da diverse settimane tiene chiusa la piscina e l’amministrazione, guidata dal sindaco Vincenzo Corbo ha deciso, affidandosi al proprio ufficio legale, di percorrere la strada che potrebbe portare alla rescissione anticipata del contratto con la Swimming Caltanissetta, rea secondo il Comune di non adempiere agli obblighi contrattuali legati alla gestione della piscina. Il Comune di Canicattì pensa ad una rescissione anticipata del contratto.

L’attuale chiusura della struttura segue soltanto di pochi mesi un’altra vicenda analoga che alla fine del 2012 aveva segnato un altro momento della «contesa» tra l’amministrazione comunale ed il gestore della piscina. Al centro con contenzioso ci sarebbero le spese per l’acquisto del metano necessario per il funzionamento delle caldaie.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *