MARTINA NON TROVA ANCORA UN POSTO IN OSPEDALE

Non ha ancora un finale lieto la storia di Martina, la giovane saccense affetta dalla nascita da una grave malformazione fisica e da ieri mattina all’ospedale di Sciacca in attesa che venga trovata una struttura sanitaria disponibile per un intervento chirurgico necessario dopo una frattura.

La giovane è affetta da una sindrome che limita il movimento degli arti e che soprattutto ne ha bloccato la crescita. Martina ha venti anni, ma sembra averne cinque. I genitori dopo una caduta l’hanno portata all’ospedale di Sciacca, che non è attrezzato per interventi di chirurgia pediatrica. E poi c’era il problema della procedura: la ragazza è fisicamente piccola e non poteva andare in ortopedia, ma è grande anagraficamente e non poteva essere ricoverata in pediatria.

Dopo l’accesso al pronto soccorso, c’è stata un’attesa di alcune ore, fino a quando i genitori non hanno chiesto l’intervento dei carabinieri. Poi Martina è stata portata in ortopedia e solo in quel momento i sanitari si sono attivati per fare almeno le analisi. Prima si cercava un ospedale siciliano disponibile, ma non si trovava.

In seguito ad un appello su Facebook della mamma di Martina, molte persone si sono attivate ed è stato possibile trovare la disponibilità del San Raffaele di Cefalù (foto), dove un’ambulanza avrebbe dovuto trasferirla questa mattina. Ma questo trasferimento non è ancora avvenuto e la ragazza si trova sempre a Sciacca con accanto i genitori, le cui cure amorevoli e l’affetto per fortuna non mancano.

Domani dovrebbe avvenire il ricovero a Cefalù, dove i sanitari si stanno organizzando anche per un intervento chirurgico.

 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *