LETTERA APERTA DE L’ALTRASCIACCA AL SINDACO DI PAOLA. “NON SIAMO DISFATTISTI”

Pubblichiamo la lettera aperta de L’AltraSciacca al sindaco di Sciacca.

 

Egr. sig. Sindaco,

siamo tanto onorati dell’attenzione che ha voluto concederci citandoci nella sua nota stampa di ieri quanto stupiti dalla sua accusa di disfattismo. Nel nostro breve comunicato, rilasciato in seguito alla sentenza del Giudice di Pace di Sciacca che ha dichiarato illegittima l’applicazione retroattiva delle tariffe idriche approvate dal commissario Taverna, abbiamo ringraziato il caparbio cittadino che ottenendo questo risultato consentirà a tutti gli altri di beneficiarne e accennato a una certa superficialità da parte di chi dovrebbe tutelare i cittadini, a maggior ragione se la richiesta giunge a gran voce dagli stessi con motivazioni più che concrete.

Si da’ il caso, infatti, che CGIL, Federconsumatori e la nostra associazione le hanno consegnato tempo fa un esposto che tra le altre cose sottolineava proprio l’illegittimità dell’applicazione retroattiva delle tariffe idriche approvate il 20/06/2012. Sinceramente ci aspettavamo da parte dell’Amministrazione e degli Uffici comunali competenti un’analisi approfondita e una conseguente azione legale “pilota”, almeno su questo specifico tema, tenuto conto che anche il Comune di Sciacca ha sicuramente ricevuto bollette esose da parte di Girgenti Acque S.p.A. Fatte queste premesse, ci sembra legittimo chiedersi adesso in che modo gli Uffici comunali abbiano effettuato la quantificazione delle bollette idriche a carico del Comune, le quali saranno oggetto di compensazione del credito vantato da parte dello stesso per l’energia elettrica consumata dall’impianto di depurazione e a carico del gestore del servizio idrico. Si provvederà a pagarle per poi attendere il rimborso o, come sarebbe più corretto, si storneranno le somme applicate illegittimamente dal 1 gennaio 2012 al 20 giugno 2012?

Noi speriamo nella seconda soluzione, anche per la notoria scarsa liquidità delle casse comunali. Siamo certi, vista la dichiarata efficienza, che l’Amministrazione chiederà rapidamente al Commissario una valutazione dell’importante sentenza e si attiverà, in brevissimo tempo, per predisporre gli eventuali moduli per le richieste rimborso e di storno per chi non ha ancora pagato. Ribadiamo la totale disponibilità della nostra Associazione a collaborare con la sua Amministrazione perché siano tutelati gli interessi dei nostri cittadini e il nostro territorio e perché la nostra Sciacca possa avere uno sviluppo e un futuro degno della sua storia.

L’AltraSciacca può essere tacciata di disfattismo tanto quanto la sua Amministrazione può essere tacciata di un eccesso di ottimismo, ostentato ad ogni costo e in ogni occasione dichiarando una tenacia e un impegno amministrativo che ci piacerebbe fossero riconosciuti da tutti i cittadini e non auto-attribuiti.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *