LA GIRGENTI ACQUE HA UN AZIONISTA DI MAGGIORANZA: E’ IL GRUPPO CAMPIONE CON IL 52% DELLE AZIONI

Novità nell’assetto societario della Girgenti Acque. Il gruppo Campione ha il 51,85% ed esce la società sarda senza certificato antimafia.

Sostanzialmente se n’é andata la Entei spa che deteneva il 33% delle quote societarie. E’ una società di Assemini, in provincia di Cagliari, alla quale la Prefettura non ha rilasciato a suo tempo la prescritta certificazione antimafia. La Entei, a quanto sembra, era subentrata – sempre all’interno di Girgenti Acque – ad un’altra società, la Ibi di Napoli, anch’essa sprovvista della certificazione antimafia a seguito del mancato rilascio da parte della prefettura di Napoli.

Viste le condizioni di questo socio, gli altri componenti di Girgenti Acque hanno deciso di acquisire la quote di Entei che avevano un valore nominale di complessivo di euro 2.970.010,00 ma che sono state valutate e pagate al prezzo di sei milioni e 500 mila euro. Quest’ultima cifra è stata suddivisa tra gli altri soci in relazione alle quote acquisite, per cui il Voltano spa (che aveva già il 7,41 per cento di Girgenti Acque) ha acquisito un ulteriore 5,93 per cento (versando euro 1.168,720,00) raggiungendo una quota finale di 13,34 per cento; Civiesse srl (che aveva il 2,22 poer cento) con euro 350.614,00 ha acquisito una quota di 1,78 ed ora detiene il 4 per cento; Aiem srl (che aveva lo 0,56 per cento) ha acquisito uno 0,45 (spesa euro 87.654) ed ha raggiunto l’1 per cento, così come la Aipa spa; la Delta srl (che aveva una quota di 1,67) ha acquisito un ulterire 1,34 (spesa sostenuta euro 262.978) raggiungendo un totale del 3 per cento.

Infine il Gruppo Campione (che aveva il 28,79 per cento) – certamente quello più conosciuto ad Agrigento e provincia – ha acquisito il 23,06 al prezzo di euro 4.542.382,00 ed arriva adesso al 51,85 per cento, divenendo di fatto socio con la maggioranza assoluta delle quote. Unico socio a non aver aderito alla ripartizione delle quote in vendita da parte di Entei spa é stata Acoset spa che continua a detenere il 25,80 per cento delle quote, senza alcuna modificazione. Del nuovo assetto societario ha preso atto il Consiglio di amministrazione di Girgenti Acque nel corso della seduta svoltasi martedì pomeriggio, deliberando in ordine al perfezionamento degli atti conseguenti. Il prossimo 20 febbraio é prevista la formalizzazione di fronte al notaio delle novità che sono maturate e delle quali abbiamo parlato. Un atto dovuto che suggellerà le novità di questo periodo.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *