Un sacerdote riberese, don Gerlando Lenti, ha scritto al sindaco di Ribera Carmelo Pace per dissentire dalla ordinanza sindacale del 19 ottobre scorso con la quale il primo cittadino ha inteso disciplinare gli orari di vendita degli esercizi commerciali (alimentari e non) che possono liberamente rimanere aperti tutti i giorni della settimana, compresa la domenica.

Il tono della lettera è durissimo: “Non so se ti sei reso conto che hai abolito la domenica non solo dal punto di vista religioso, ma anche sociale e politico. Un disastro: chi te l’ha dato questo potere, che spetta solo al Padreterno e non a te ? “ Il riferimento del sacerdote va al fatto che se i negozi restano aperti la gente dovrà lavorare e i cittadini saranno distratti dall’osservanza dei comandamenti che prevedono – recita don Lentini – “il riposo festivo in onore del Signore dichiarato sacro e durante il quale dovranno riposare non solo i membri della famiglia, ma i dipendenti e i forestieri ospiti”.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *