IL QUESTORE: “IN PROVINCIA SI PAGA IL PIZZO E POCHI DENUNCIANO”

Il questore di Agrigento Giuseppe Bisogno, in occasione dello scambio degli auguri pasquali, ha sottolineato come “nell’agrigentino diversi imprenditori e commercianti continuano a pagare il pizzo e solo in poche occasioni si ribellano e vanno a denunciare i loro estorsori”. 

Il Questore si è detto preoccupato per l’aumento di furti in abitazioni, rapine e atti intimidatori. Sul fronte della criminalità organizzata il questore ha ricordato che “la mafia c’è e continua a dettare legge”.

A livello provinciale nel primo trimestre da registrare l’allontanamento di 36 soggetti pregiudicati, soprattutto di nazionalità rumena, a cui sono stati notificati i fogli di via obbligatori. Complessivamente 56 le persone arrestate per vari reati tra la Questura di Agrigento e i cinque Commissariati dislocati in provincia.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *