Palazzo di giustizia di nuovo al freddo. La fornitura di gasolio fatta dal Comune è durata solo pochi giorni, l’ente non è andato oltre i 2500 euro di approvvigionamento e le caldaie sono di nuovo a secco.

A lamentarsi sono gli i mpiegati, costretti a stare al freddo. La situazione è quindi complicata e alimenta insoddisfazione. C’è chi si arrangia portando con sè stufette e chi cerca di muoversi per evitare di raffreddarsi troppo.

 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *