La Sicilia dovrebbe seguire l’indicazione del Viminale e fissare le elezioni comunali il prossimo 11 giugno. L’eventuale ballottaggio, invece, dovrebbe essere fissato il 25 giugno.

Sono queste le date che l’assessore alle Autonomie locali Luisa Lantieri proporrà alla giunta regionale. Al voto andranno Trapani e Palermo, i due centri più grandi, insieme a altri 127 comuni.

A Sciacca si vota per il nuovo sindaco e per il rinnovo del Consiglio comunale. Mancano, dunque, due mesi e mezzo. A Sciacca rimangono ancora da definire le candidature del centrosinistra e del centrodestra. Il primo ha già una candidata, Francesca Valenti, che attende però il via da una parte del centrosinistra, Futura Sicilia i cui referenti politici sono i deputati regionali Cascio e Cimino. 

Ma anche l’ex assessore Michele Ferrara deve sciogliere la riserva sul nome della professionista. 

In casa del centrodestra, invece, proseguono le trattative e le riunioni. La scelta dovrebbe ricadere tra l’attuale presidente del Consiglio comunale Calogero Filippo Bono e il vicesindaco Silvio Caracappa. 

I grillini hannoscelto Domenico Mistretta, mentre per il movimento Mizzica e’ quasi certa la candidatura di Contino. 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *