Puntuale la replica del sindaco Fabrizio Di Paola alle critiche dei Grillini saccensi, che avevano accusato l’amministrazione comunale di non avere avuto un giusto e puntuale ruolo di controllo e denuncia nella gestione commissariale degli ultimi anni sulle Terme.

“L’intervento non avrebbe meritato alcuna risposta – dichiara oggi Di Paola – se non fosse stato per il solito tentativo di adombrare sospetti rispetto a competenze che non appartengono al sindaco. Le Terme appartengono alla Regione Siciliana. La gestione commissariale della società termale risponde al governo regionale. Il sindaco non ha poteri per decidere sulle scelte gestionali del commissario”.

E poi l’elencazion e delle numerose lettere alla Regione per la funzionalità delle terme, per il suo rilancio, per la valorizzazione del patrimonio, per la definizione del processo di privatizzazione. Una serrata interlocuzione con la Regione Siciliana ache in effetti c’è stata, ma che sembra vana e che fino ad oggi non ha rpodotto risposte adeguate da parte del governo regonale, che probabilmente avrebbe bisogno di essere sollecitatoda ben più alti livelli politici.

 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *