RICOSTRUZIONE CASE POPOLARI, PACE: “LA PAZIENZA HA UN LIMITE”, E SOLLECITA L’INTERVENTO DI CROCETTA

La pazienza ha un limite e quella del sindaco Pace sta per esaurirsi. La vicenda riguarda la demolizione e la ricostruzione degli alloggi polari di Largo Martiri di via Fani.  “L’Urega- denuncia il sindaco- nonostante sia stata attivata la procedura di gara che porta alla completa definizione della problematica, sembra procedere a rilento e la pazienza ha un limite”.

Pace ha chiesto al presidente della Regione, Rosario Crocetta, un incontro al fine di avere un autorevole intervento affinchè si possa accelerare la procedura che porti all’ottenimento della completa definizione della problematica. 

“Appare superfluo ricordare- afferma il Sindaco- che questo Ente continua a monitorare l’iter procedurale nell’interesse della comunità riberese che sta vivendo momenti di forte disagio, è alquanto doveroso – conclude lo stesso – dare un segnale positivo alla cittadinanza e in particolare ai soggetti sgomberati”.

La problematica che riguarda le palazzine di Largo Martiri di via Fani  ha avuto inizio nei primi mesi dell’anno 2012 per carenze strutturali e conseguente inagibilità, che vede purtroppo coinvolte 60 famiglie riberesi, determinando lo sgombero delle stesse dalle proprie abitazioni. Il  Presidente della Regione Siciliana che ha concesso il finanziamento finalizzato alla demolizione e alla ricostruzione degli alloggi popolari.

Il Comune di Ribera , malgrado le difficoltà economiche, sin dal l2013 assicura mensilmente un contributo ad ogni nucleo familiare pari ad € 250.00, per un totale annuo di € 180.000 per sostenere le spese di affitto.

 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *