PRESTO REGOLAMENTO PER AFFIDARE DIRETTAMENTE LAVORI FINO A 20 MILA EURO. ELABORATO DALL’ASSESSORE BIVONA

Si lavora per l’approvazione di un regolamento per disciplinare l’affidamento dei lavori in economia. Ci stanno pensando le Commissioni consiliari Affari Generali e Lavori Pubblici. E’ una valvola di sfogo per un ampio ventaglio di ditte locali che non hanno grosse dimensioni e che costituiscono una tipologia assai numerosa nell’ambito della città termale.

Il regolamento che sarà approvato dalle Commissione e poi dal Consiglio comunale, e’ stato elaborato dal l’assessore Ignazio Bivona. 

Ii lavori per un tetto massimo di spesa pari a 20 mila euro possono essere affidati direttamente. Per quanto riguarda i lavori che comportino una spesa superiore a 20 mila euro e inferiore a 40 mila, il Rup deve valutare le condizioni vantaggiose per l’Amministrazione comunale, sia dal punto di vista della qualità che dei prezzi a mezzo di “sondaggi”.

Per quanto riguardo i lavori superiori a 40 mila euro e inferiori a 200 mila, occorre usare il cottimo fiduciario dopo aver consultato almeno cinque ditte. Adesso, le Commissioni consiliari devono ultimare il regolamento e approvarlo. Dopo sarà cura del Consiglio comunale dare l’approvazione finale.

Siamo davanti a provvedimenti di rilievo, anche se non esprimono cifre da appalti consistenti. Ma in un clima di crisi che si tramanda già da diversi anni, una boccata di ossigeno può essere salutare per le piccole imprese locali. Snellire le procedure e affidare lavori in economia non solo abbrevia i tempi dell’Amministrazione, ma costituisce buone possibilità per quelle piccole imprese che necessitano di rimettere in moto la loro macchina organizzativa. Del resto, i lavori di piccolo importo sono quelli che più costantemente rispecchiano le esigenze dell’Amministrazione.

Nella recente riunione congiunta della Commissioni consiliari interessate, la prima e la terza, erano presenti i consiglieri comunali Luciano Augello, Michelangelo Graffeo, Simone Di Paola, Lorenzo Maglienti, Giuseppe Ambrogio, gaetano Cognata e Vincenzo Sabella, oltre all’assessore Ignazio Bivona. Nelle prossime sedute congiunte il regolamento dovrebbe trovare approvazione. Un importante passo avanti. Passo atteso da tanti piccoli imprenditori che stanno subendo lo stallo a causa della crisi, ma anche di procedure burocratiche farraginose.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *