PLESSO SCOLASTICO VIA NASTASI: LA CITTA’ ANCORA ATTENDE LA VERITA’

Come è prassi nella nostra città, superati alcuni giorni dal verificarsi di un evento in cui l’attenzione è alta (media inclusi), poi si passa nell’oblio. Vi ricordate il plesso scolastico di via Nastasi? Quel famoso 15 settembre scorso, quando si scoprì quello scandalo di un plesso assolutamente inadeguato e senza autorizzazioni?

Ebbene, il sindaco, il quale disse e ridisse che la politica non aveva responsabilità, promise urbi et orbi di essere alla ricerca delle responsabilità. “Sto lavorando per accertare le responsabilità” disse, comunicando che tale ricerca lo impegnava a tempo pieno, tanto da non farlo partecipare ad una importantissima riunione del Cda dell’Ato idrico in cui si assunsero determinazioni importanti per la nostra città.

Ebbene, sono trascorsi due mesi. Non sappiamo se il sindaco è ancora alla ricerca delle “responsabilità”, ma sappiano che nulla ancora ha comunicato alla città. Due mesi sono lunghi, assai per “scoprire” una realtà assai chiara e nota ormai a tutti.

Il sindaco punta sul tempo che scorre, noi no. Lo incalziamo nella consapevolezza che rifuge dal darci risposte. Le eventuali risposte non sono per il Corriere di Sciacca, ma per le migliaia di lettori che costantamente leggono il nostro giornale proiettandoci a oltre 45000 accessi al giorno.

Sindaco Bono, quanto tempo ha bisogno ancora?

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *