PD E PDL A SCIACCA VANNO A BRACCETTO

Presentata proposta di legge per prospezioni petrolifere oltre le 12 miglia

Su iniziativa del senatore Giuseppe Marinello (PDL) e dell’onorevole Angelo Capodicasa (PD) è stata presentata la proposta di Disegno di Legge per ripristinare il divieto di prospezioni petrolifere entro il limite di 12 miglia marine dalla costa. Come si ricorderà, l’articolo 35 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, recante misure urgenti per la crescita del Paese (il cosiddetto Sviluppo Italia), recava modifiche alla disciplina delle attività di ricerca, di prospezione e di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in mare.

La disposizione, intervenendo in deroga al limite delle 12 miglia, consentiva di intervenire nelle attività di trivellazioni vicino alle coste, per la ricerca di idrocarburi, attraverso le esplorazioni off-shore del sottosuolo marino, nel caso di richieste e di concessioni avanzate prima del giugno del 2010;

A giudizio del senatore Giuseppe Marinello e del deputato Angelo Capodicasa, questa deroga concessa dal Governo Monti, votata col voto di fiducia e quindi votata favorevolmente dai due, oltre a mettere a serio rischio le coste e l’intero ecosistema marino, causerebbe danni per le popolazioni costiere, nonché per settori economici importanti del nostro Paese, come quelli del turismo e della pesca, e per questo motivo è stato presentato, sia alla Camera che al Senato la proposta per ripristinare il divieto di prospezioni petrolifere entro il limite di 12 miglia marine dalla costa. La norma proposta, ripristina il precedente divieto, salvo che con voto unanime dei comuni rivieraschi, non si conceda di proseguire nelle prospezioni. In tal modo si lasciano le comunità locali padrone del proprio destino.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *