ONOREVOLE PRANZO: I SENATORI CHIEDONO SACRIFICI AGLI ITALIANI E AL RISTORANTE DEL SENATO PRANZANO CON 5 EURO

Il Senato fornisce il locale al piano terra in stile liberty: quasi 200 coperti, su una superficie di circa 400 metri quadrati, cucine a parte. E anche le attrezzature per la cottura, le tovaglie,i bicchieri e le posate. Queste ultime debbono essere periodicamente rinnovate perchè recano lo stemma senatoriale e sono spesso «predate»come souvenir. Ovviamente il prezzo pagato dagli avventori non basta a pagare le spese. Così per ogni coperto del ristorante la «Camera alta» deve raddoppiare la cifra corrisposta dai commensali. Naturalmente a carico dei contribuenti italiani. L’operazione costa circa 1.200.000 euro l’anno. Il presidente del Senato ha fatto sapere che i prezzi della ristorazione interna verranno presto adeguati ai costi effettivi.

Un primo piatto € 1,60

Pesce spada alla griglia € 3,65

Diceva il grande Totò: “E io pago!”

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *