MESSINA DENARO CATTURATO, DA CASTELVETRANO VOCI SENZA NESSUNA CONFERMA

Il boss di Cosa nostra ha compiuto 50 anni lo scorso 26 aprile

Voci incontrollate oggi a Castelvetrano dell’arresto di Matteo Messina Denaro. Le forze dell’ordine non confermano, ma in città la notizia si è diffusa a macchia d’olio, lo stesso giorno in cui si festeggia il successo elettorale del neo sindaco Felice Errante. 

Il boss mafioso ha compuuto 50 anni lo scorso mese di aprile, ed è latitante numero 1 di Cosa nostra. Da anni è nel mirino di carabinieri e polizia, si è detto in passato che il suo rifugio sarebbe tra Castelvetrano e l’area belicina della provincia di Agrigento, ma fino ad oggi non è stato mai acciuffato, anche se in una occasione la cattura sembrava cosa fatta. 

Nel 2010 il pentito Manuel Pasta offre alcune dichiarazioni in base alle quali Messina Denaro, avrebbe visto con alcuni esponenti della mafia palermitana la partita di calcio Palermo-Sampdoria, giocata allo stadio Renzo Barbera. Messina Denaro è stato inserito in quinta posizione nell’elenco dei dieci latitanti più ricchi del mondo.

Lo scorso aprile la direzione investigativa antimafia di Trapani ha chiesto il sequestro del patrimonio di Carmelo Patti, proprietario della Valtur, considerato favoreggiatore e prestanome di Matteo Messina Denaro. 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *