LA CGIL DI SCIACCA INVITA A SCIPOERARE LUNEDI’ CONTRO LA MANOVRA MONTI

Il tentativo di fare credere agli Italiani che la manovra finanziaria del Governo Monti risponde al principio di “equità” è tanto goffo quanto insultante per tutte quelle persone che appartengono al ceto medio-basso che ancora una volta sono chiamati a salvare il paese dall’incosciente gestione del “berlusconismo” che ci ha portato sull’orlo del fallimento.

“Questa Camera del Lavoro, consapevole, come tutti, che la manovra del Governo risponde al criterio del risanamento dei conti dello Stato, tuttavia è certa di essere nel giusto nel ritenere che la stessa non risponde ai principi fondanti del rigore, dell’equità e della crescita, che rappresentavano i tre pilastri su cui il Governo aveva annunciato ai cittadini di volere agire”.

In una nota, il segretario cittadino della Cgil, Franco Zammuto, critica la manovra Monti e invita a partecipare allo scipoero promosso pewr il prossimo lunedì.

“Il RIGORE-  continua Zammuto- è solo a carico dei cittadini onesti e non colpisce chi le tasse le evade, inoltre non c’è traccia alcuna della progressione impositiva. Non è EQUA perchè pagano solo i pensionati a cui non si riconosce la progressione economica, pagano i lavoratori perchè dovranno lavorare tanto di più per avere riconosciuta una pensione ridotta rispetto al passato, e pagano i possessori della prima casa perchè il criterio di calcolo è sui mq e non sul reddito e sul nucleo familiare. Se a tutto questo aggiungiamo l’aumento dei carburanti che paghiamo tutti e l’IVA che aumenterà a settembre 2012, vorremmo cercare di capire dove e perchè il Governo si ostina molto “orwellianamente” a dire che è equa. Non risponde alla CRESCITA visto che tutti, dalla corte dei Conti, alla BCE, all’FMI, hanno detto che è una manovra depressiva e che l’anno prossimo avremo una crescita con il segno meno. A meno che non vogliono considerare i pannicelli caldi di pochi e ridotti provvedimenti da tutti considerati insufficienti a creare crescita economica”.

Zammuto conclude affermando: “Vero è che il Governo Monti è solo all’inizio del suo mandato ed è auspicabile che in futuro vengano corretti gli errori commessi e si proceda a realizzare le riforme e i provvedimenti necessari per fare del rigore, dell’equità e della crescita i valori fondanti del Suo mandato, ma ad oggiAggiungi un appuntamento per oggi, considerato che nessuno di questi obiettivi è stato raggiunto, la Camera del Lavoro di Sciacca invita tutti i cittadini, i lavoratori, i disoccupati e i giovani studenti di Sciacca a protestare contro la manovra aderendo allo sciopero generale indetto da CGIL, CISL e UIL per lunedi 12 c.m. per tre ore a partire dalle ore 11,00”.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *