DISCARICA SARACENO-SALINELLA: LA REGIONE RAVVISA IRREGOLARITA’ E DIFFIDA LA SOGEIR

La diffida è stata firmata il 23 febbraio scorso. Oltre a opere da realizzare, la Sogeir è stata multata per 5 mila euro

La Regione ha ravvisato irregolarità nelle prescrizioni da eseguire a cura della Sogeir per quanto riguarda la discarica Saraceno-Salinella. Intanto il Pdl, a firma del capogruppo consiliare Gianluca Guardino, in una nota dichiara:

“L’intervento della Regione Siciliana Ass. Territorio e Ambiente, segna la fine di un percorso finalizzato a far luce sulle presunte irregolarità gestionali e strutturale della discarica Saraceno Salinella di Sciacca da tempo denunciate a tutte le autorità competenti dall’On. Giuseppe Mannello. A tal proposito, sentiamo il dovere di ringraziare pubblicamente il parlamentare per avere “solo contro Tutti”, contribuito in maniera determinante a far emergere gravissime situazioni tali da configurarsi in un vero e proprio danno ambientale. Non possiamo altresì sottacere sull’assordante silenzio di associazione ambientalistiche e delle altre forze politiche cittadine sulla questione in oggetto; così come l’ex primo cittadino di Sciacca Dott. Vito Bono, che all’atto delle sue dimissioni ha lanciato incomprensibili allusioni al nostro partito, dovrebbe innazitutto ricordare che tra i suoi compiti prioritari vi era anche quello della tutela della salute pubblica e della situazione ambientale di Sciacca e del Suo territorio”.

Guardino, inoltre, sottolinea: “Registriamo con estremo rammarico la lentezza con cui la Regione Siciliana sia intervenuta in materia, incurante della reale situazione al punto che anche negli ultimi giorni del mese di Febbraio 2012, sono state segnalate fuoriuscite di liquidi, nei terreni agricoli confinanti. Oggi è compito di tutte le autorità competenti come peraltro specificato dal Direttore Generale dell’Assessorato Regionale al Territorio e Ambiente porre rimedio e assumere le opportune determinazioni. Certamente non si può negare l’evidenza ne si può far finta di nulla scambiando l’interesse politico di qualche esponente di partito oggi peralro sostenitore della maggioranza di governo alla Regine Siciliana con l’interesse di Sciacca e del suo territorio”.

Questa la nota dell’Assessorato regionale al Territorio e Ambiente, Servizio 1 Vas-Via, datata 23 febbraio 2012 prot 11829

Premesso che questo Assessorato, nella qualità di Autorità Competente, ha rilasciato con DRS n. 133I del 21/11/2008 l’Autorizzazione Integrata Ambientale per la gestione dell’impianto discarica di RSU sita in C/da Saraceno Salinella nel territorio del comune di Sciacca.
Il suddetto Decreto conteneva anche una serie di prescrizioni esecutive da realizzare a cura della Società Sogeir al fine di adeguare l’impianto in argomento alle migliori tecniche disponibili sul mercato, necessarie a migliorare la coesistenza dell’impianto in esame con l’ambiente circostante.
L’Arpa,  durante lo svolgimento delle attività di controllo, con nota n247 del 29/01/22008 evidenziava la mancata realizzazione delle seguenti opere già previste dalle prescrizioni di cui al DRS nA331/08:
– Sistema di pesatura;
– sistema antincendio;
– adeguamento recinzione;
– garanzie finanziarie;
– centralina meteo;
 – area di stoccaggio dei rifiuti;
– sistema lavaruote;
– fossi di guardia perimetrali;
A seguito di ciò, questo Assessorato emetteva, con nota n. 16073 del 25/02/2008 un atto di diffida a procedere all’abbancarnento di rifiuti nel caso in cui non avesse realizzato le opere indicate dalle prescrizioni, demandando ad Arpa e Provincia Regionale di Agrigento i compiti di sorveglianza sulla reale esecuzione dei lavori.
Su invito di questo Assessorato, con nota ii.50019 del 27/07/2011, l’Arpa, in data 29/07/2011 effettuava idoneo sopralluogo presso la suddetta discarica, e con nota n. 73676 del 30/11/2011, comunicava, tra l’altro, che risultavano le seguenti non conformità relativamente alla vasca V4:

– mancanza dei sistemi di misurazione in continuo della conducibilità nei pezometri;
– non completa realizzazione delle vasche di raccolta del percolato;
– non completa realizzazione delle vasche di raccolta delle acque di prima pioggia;
– mancanza dell’impianto di illuminazione;
– mancanza dell’Impianto di videosorveglianza;
– mancanza dell’impianto antincendio;
– mancanza dell’impianto fisso di abbattimento delle polveri.;
– mancanza dell’impianto lavaruote;
– mancanza del canale di gronda alla base della vasca;
– mancanza della piantumazione di essenze arboree lungo il perimetro;
– mancanza della realizzazione dell’area di quarantena per rifiuti in attesa di ammissibilità;

Nella stessa nota di riferimento, il Gestore della discarica dichiarava che avrebbe eliminato gli inconvenienti al più presto.
Con nota n. 40093 del 05/12/201 1, l’Arpa comunicava di aver effettuato ulteriore sopral luogo
in data 28/1112011, durante il quale relazionava che la Società Sogeir non aveva ancora realizzato le seguenti opere:
-Sistema lavaruote;
– Impianto di illuminazione;
– Impianto di video sorveglianza;
– Impianto fisso per l’abbattimento delle polveri;
– Piantumazione delle essenze arboree lungo il perimetro;
– Area di quarantena per rifiuti in attesa di ammissibilità;
– Perimetrazione delle vasche V3 e V4 a chiusura del perimetro con la recinzione già esistente. La recinzione mancante attualmente è sostituita da una precaria recinzione di cantiere che non rispetta l’altezza minima prevista dalla normativa facendo presagire eventuali intrusioni di persone ed animali all’interno dell’area della vasca V3;
interruzione canale di gronda di circa m1.5.00 presso la parte sommitale della vasca V2;
– Interruzione per ml. 5,00 della recinzione perimetrale della discarica sempre nella parte sommitale della vasca V2. Tale recinzione è sostituita da una precaria rete metallica di altezza non superiore a ml. 1.50;

Inoltre non sono state rispettate le prescrizioni di cui all’art. l l del DRS n.1331/08, relativamente a:

– Serbatoio di stoccaggio del percolato ;
– Zona di quarantena;
– Impianto fisso di abbattimento polveri lungo le piste della discarica ed impianto ed impianto mobile lungo la via di accesso alla discarica;
– Pannelli fonoassorbenti per abbattimento delle sorgenti emissive dei rumori;
– Mancanza di un sistema automatico di estrazione del percolato dal corpo della discarica;
– Le vasche VI e V2 non sono poste in gestione post operative come previsto dall’allegato 2 del D.Lgs 36/03;

Per tutto quanto sopra, ritenuto che il mancato rispetto delle prescrizioni di cui sopra, stante il lungo tempo trascorso dal rilascio del Decreto autorizzativo, considerato che potrebbero ingenerarsi gravi inquinamenti ambientali a causa della mancata realizzazione delle opere di salvaguardia

SI DIFFIDA

Codesta società Sogeir spa a voler realizzare le opere indicate come prescrizioni nel DRS n.1331/08 e ODO n.523/10, già indicate nel rapporto di servizio dell’Arpa del 28/11/2011, da realizzarsi presso L’impianto discarica sito in C/da Saraceno Salinella nel territorio dei Comune di Sciacca, entro il termine perentorio di giorni 30, In caso di reiterata inosservanza di quanto sopra, entro i termini indicati, questo Assessorato, nella qualità di Autorità Competente procederà all’immediata sospensione dell’efficacia dei DRS n.1331/08 e ODO n.523/10, con i quali sono state rilasciate le Autorizzazioni Integrate Ambientali,

SI COMMINA

La sanzione amministrativa pari ad C 5.000 (cinquemila), ai sensi dell’art. 29-quattuordecies del D.Lgs 152/06, nei confronti della Società Sogeir spa, per non aver osservato le prescrizioni esecutive di cui sopra.
La suddetta sanzione amministrativa potrà essere estinta attraverso il pagamento entro 60 gg. dalla notifica della presente, secondo le modalità previste dal decreto assessoriale del 11/03/2005
Si invitano gli enti in indirizzo, che leggono per conoscenza, a voler vigilare sulla reale esecuzione dei lavori ed a segnalare a questo Assessorato gli esiti di eventuali sopralluoghi.
 

F.to Il dirigente generale, Giovanni Arnone

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *