DEGRADO E INCIVILTA’ A SAN CALOGERO, MA LA PINETA E’ ORMAI PRIVATA

Ancora una volta l’area boschiva sul monte Cronio si presenta in uno stato di abbandono e di degrado assoluto. Lo segnala il consigliere comunale del Pd Enzo Sabella, che chiede al sindaco di predisporre un intervento di bonifica della zona.

L’area è sporca e per terra abbandonati ci sono oggetti di ogni genere, bottiglie vuote di birra, piatti e bicchieri di plastica, cartacce e quant’altro. L’area in questione – afferma Sabella – invece di assolvere al suo ruolo di ritrovo per chi vuole stare all’aria aperta e godere del magnifico panorama della costa sottostante, è un covo di immondizia che attenta alla salute pubblica.

Ieri pomeriggio nell’area attrezzata di San Calogero si sono riuniti i ragazzi del gruppo scout dello Sciacca 2 per svolgere la propria attività, ma si sono trovati di fronte ad uno spettacolo indecoroso.

“Invito pertanto il aindaco – dice Sabella – ad attivarsi per predisporre un intervento di pulizia dell’area attrezzata al fine di ripristinare le normali condizione igienico sanitari ed ambientali del luogo”.

L’iniziativa di Sabella, apprezzabile, si scontra con la questione della proprietà della pineta. Non appartiene nè all’agenzia della foreste e nemmeno al Comune. E’ di proprietà di un privato che evidentemente non si occupa della pulizia e d’altronde sarebbe costretto a mettere sul posto personale fisso per mantenerla pulita. La questione è stata per anni oggetto di un contenzioso e l’Agenzia regionale foreste, che pure aveva fatto dei lavori, non dispone più della proprietà. Ciò significa che si tratta di una proprietà privata e non potrebbe erntravi nessuno, scout compresi. 

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *