CONDOMINI MOROSI: GIRGENTI ACQUE BLOCCA LA FORNITURA

Ezio Di Prima si rivolge al Presidente della Provincia Eugenio D’Orsi

Girgenti Acque Spa sta procedendo all’interruzione del servizio idrico di molteplici condomìni di Agrigento a causa di bollette non pagate relative all’anno 2010. Molti cittadini, enti ed associazioni stanno protestando per quanto sta accadendo, soprattutto per il distacco delle prese e per l’interruzione del servizio idrico a danno di tanti cittadini che si vedono indifesi di fronte al comportamento tenuto dalla Girgenti Acque Spa. Su questo delicato tema, c’è oggi un’interrogazione del consigliere provinciale Ezio Di Prima, secondo il quale non è corretto, anche in considerazione del fatto che l’acqua è un bene essenziale, adottare decisioni drastiche come l’interruzione della fornitura quando gli utenti finali sono in una condizione reale di deficit informativo e di debolezza economico-giuridica, in quanto le comunicazioni sono state rivolte prevalentemente all’amministratore di condominio. “Lo stesso Tar del Lazio – dice Di Prima – nel 2011 ha stabilito che la cessazione dell’erogazione deve considerarsi una extrema ratio e che ogni condomino deve essere messo nelle condizioni di conoscere in anticipo le ragioni e i tempi dell’eventuale distacco per morosità e le modalità per evitarlo prima di arrivare all’interruzione del servizio”. Di Prima si rivolge al presidente D’Orsi chiedendo quali iniziative ha posto in essere per tutelare i cittadini-utenti del servizio idrico del Comune di Agrigento.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *