CARETTA CARETTA, SULLA SPIAGGIA DI CAPPARINA NATE 93 TARTARUGHINE

I volontari del WWF, dell’associazione OfficinAmbiente e Angelo Napoli, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente Rossella Sanzone, hanno proceduto all’apertura del nido delle carette carette, dopo i numerosi eventi di schiusa avvenuti sulla spiaggia della zona Capparrina, a Menfi, nei pressi del camping La Palma, che hanno portato alla luce ben 93 piccoli esemplari di Caretta caretta.

Durante le operazioni, nella giornata dello scorso venerdì 19 settembre, in seguito ad autorizzazione delle autorità competenti (Ripartizione Faunistico Venatoria di Agrigento), oltre ai resti delle uova schiuse, sono state ritrovate all’interno del nido profondo circa 40 cm, altre 5 tartarughine vive subito rilasciate in mare, 2 tartarughine morte e 5 uova non schiuse.

In totale quindi nel nido di Menfi sono state deposte 105 uova e sono nate 98 tartarughe, con un conseguente successo riproduttivo del 93,3% e di un tasso di schiusa del 95,2%.

La spiaggia della Capparrina di Menfi, caratterizzata da uno scarso disturbo antropico, ha garantito il raggiungimento delle necessarie condizioni di quiete che richiede la femmina di Caretta carettaper deporre. Inoltre, le favorevoli condizioni atmosferiche durante i 60 giorni di incubazione, hanno sicuramente contribuito al raggiungimento di questi risultati.

Durante tutto il periodo di monitoraggio e di schiusa delle uova sono state diverse le associazioni coinvolte; il progetto: “Sulle tracce di…Caretta caretta” , ideato e proposto da Angelo Napoli con la collaborazione dell’Associazione OfficinAmbiente e grazie al supporto finanziario del Comune di Menfi, è stato sostenuto dal WWF Italia, dal Laboratorio di Zoologia dell’Università degli Studi di Palermo, da ScopriMenfi, dal gruppo AGESCI Menfi 1° e dal camping La Palma che ha ospitato i volontari.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *