PESCA: DI PRIMA DELUSO DA INCONTRO DI IERI A PALERMO

Il consigliere provinciale Ezio Di Prima manifesta delusione per l’incontro delle marinerie siciliane ieri con l’Assessore Regionale alla Cooperazione e Pesca D’Andrassi. “Un incontro alquanto interlocutorio – dice – che non ha risolto nessuno dei problemi posti sul tappeto dalle marinerie siciliane. L’unica cosa concreta comunicata è quella del già annunciato contributo della Regione per le spese sostenute dalle imprese di pesca per il costo del gasolio. Si prevede l’erogazione di tre milioni di euro per le spese affrontate nel corso del 2010 ma solamente un milione di euro sarà destinato alla grande pesca che racchiude tante marinerie siciliane tra cui quelle di Sciacca, Porto Empedocle e Licata, ma anche di Mazara del Vallo. Una beffa se si considera che ciascuna imbarcazione di Sciacca potrebbe ricevere poche centinaia di euro”. “Il problema dell’Iva, con la retromarcia fatta dal governo rispetto al decreto “Salva Italia” – aggiunge Di Prima – non ha risolto i problemi perché la protesta per il caro gasolio era già iniziata prima e l’Iva sul gasolio sarebbe stato un ulteriore colpo mortale per i nostri armatori. Su tutto il resto ed, in particolare, sui regolamenti comunitari c’è un impegno del governo per ottenere qualche modifica che possa agevolare i pescatori siciliani, in particolare sulla cosiddetta licenza a punti voluta dall’Ue, che prevede sanzioni in caso di infrazione ripetuta, con possibile perdita della licenza. L’unica nota positiva dell’incontro con il rappresentante del governo regionale di ieri sera – conclude – è stato l’accoglimento della proposta fatta dalla marineria di Sciacca di aggiornare l’incontro ad oggi per definire meglio gli aspetti tecnici in termini di tempi e risorse certe”.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *