MEGA FOTOVOLTAICO: PURE LA SOLAR ENERGY HA SEDE A SCIACCA, IN VIA LIDO 96/C

L’ingegnere Buscarnera è procuratore speciale, mentre all’inizio è stato amministratore unico Elvira Frigerio. La società ha un capitale sociale di 10 mila euro

Tutte le vie dei grandi impianti fotovoltaici portano in via Lido 96/C a Sciacca, dove ha lo studio l’ingegnere Michele Buscarnera, amico di vecchia data del sindaco Vito Bono e ascoltato “consigliere politico”. In via Lido 96/C c’è pure la sede sociale della Sun & Soil, la società che ha già realizzato tre grandi impianti fotovoltaici a Sciacca. La Sun&Soil portava in Lussemburgo, la Solar Energy porta in Gran Bretagna.

La Solar Energy, oggi è proprietaria la Nexenergy Limited con sede a Londra  ai numeri 7/10 Chandos Strett Cavendishs. Il capitale sociale della Solar Energy è di appena 10 mila euro.

E’ stata costituita a Sciacca il 25 febbraio 2008 con rogito del notaio Paolo Di Paola. Da quella data fino al 22 giugno 2009 l’amministratore unico dela Solar Energy è l’attuale consigliere comunale Elvira Frigerio, dipendente dello studio dell’ingegnere Michele Buscarnera.

L’ingegnere Buscarnera in data 22 giugno 2009 viene nominato nel Consiglio di amministrazione, insieme a Christian Rossi e Aldo Beolchini.

Il 5 giugno 2009 si produce un atto di ricostituzione di pluralità dei soci. Entra la Nexenergy Limited

Il 2 marzo 2011 con rogiti del notio Benedetto Antonio Elo di Milano vengono conferite procure speciali all’ingegnere Michele Buscarnera, Carlo Buonajuti e il 14 aprile 2011 a Maurizio Ricciardi e Salvatore Giuseppe Chiarello.

Il 16 novembre 2011 l’ingegnere Buscarnera non è più nel Cda, come Aldo Bealchini e Christian Rossi. Diventa amministratore unico Giulio Stanzone.

Il 14 aprile 2011 viene conferita procura speciale a Carlo Amdeo Buonajuti, nato a Nairoby (Kenia) e residente in via Lido 96/C

Il 27 ottobre 2011 viene nominato amministratore unico Giulio Stanzione di Benevento

Il 7 novembre 2011 avviene un trasferimento di quote sociali alla Cogi Power Srl di Tremestieri (CT)

In questi giorni è forte il dibattito politico sui mega progetti presentati e da realizzare sul territorio di Sciacca. All’ordine del giorno del Consiglio comunale c’è una mozione presentata dal consigliere Pippo Turto da oltre un anno. Mozione mai discussa.

Adesso in molti, in città chiedono chiarezza. Il sindaco, in primis, dovrebbe fare chiarezza e non cadere nel limbo e nelle frasi del “non so”, “avevo dato disposizioni” e roba del genere. La città ha bisogno di chiarezza da parte dell’Amministrazione tutta, compresi i componenti della giunta, specie dopo l’assenza del Comune di Sciacca alla conferenza di servizi di lunedì scorso.

E’ una questione di trasparenza.

Archivio Notizie Corriere di Sciacca


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *