Benvenuto! Sei il visitatore n° 35311911 (279 utenti on line)
Ultimo aggiornamento ore 19.31 di mercoledì 17 settembre 2014   FEED RSS
Corriere di Sciacca

Direttore Responsabile Filippo Cardinale

  CENTRALINO REDAZIONE H24 TEL. 0925 19 55 929  
Sambuca - cronaca
NON MALTRATTO' I FIGLI, MA SOLTANTO LA MOGLIE
In appello, parzialmente riformata la sentenza di primo grado che aveva inflitto a Karim Dahou 2 anni di carcere. Era accusato anche di segregazione dei figli minori
28/10/2011 20.21

La Corte di Appello di Palermo ha parzialmente riformato la sentenza di condanna in primo grado, emessa dal Tribunale di Sciacca, per maltrattamenti in famiglia. In primo grado, Karim Dahou era stato sospeso anche dall'esercizio della potestà genitoriale, privandolo di tutti i poteri ad essa inerenti per la durata di anni 4. L'imputato era stato accusato e processato per maltrattamenti nei confronti della moglie e dei due figli minori, avendoli segregati in casa sotto minaccia e facendoli vivere in un ambiente malsano.

La prospettazione difensiva in appello mirava a escludere il reato di maltrattamento sia in capo alla moglie, sia in capo ai figli posto che non si erano stati provate nè le percosse, nè della segregazione, nè lo stato di abbandono dei minori.

La 4^ sezione della Corte di Appello di Palermo, in parziale riforma della sentenza di primo grado, ha assolto il Dahou del reato di maltrattamento nei confronti dei figli minori, riconoscendolo colpevole del reato di maltrattamento solo nei confronti della moglie. La Corte d'Appello ha anche ridotto la pena ad anni 1 e mesi 8 di reclusione e disposto la revoca della sospensione dall'esercizio della potesta gentoriale comminata in primo grado.

"Evidentemente- dichiara l'avvocato difensore, il saccense Mauro Butera- la Corte ha accolto la tesi difensiva secondo la quale i figli del Dahou non erano malnutriti o tenuti in segregazione o mortificati dall'uso di alcolici da parte del padre. Tesi questa che invece il giudice di primo grado aveva riconosciuto, dando credito oltre a svariati testimoni anche agli assistenti sociali della cooperativa Il Quadrifoglio - ove sono stati "ospitati" i minori - quando sono stati sentiti nel corso dell'istruttoria a Sciacca".



<< Indietro

     








SCIACCA PUOI SOLO AMARLA

Copyright © 2010-2012 ARCA srl Sciacca (AG) - P.Iva 02513250841 - Tribunale di Sciacca aut. n. 2/2009 R.O.C. N. 16985
Progetto: www.blumediaart.it - Realizzazione sito www.mdssoluzionidigitali.net

VENDESI CASEGGIATO DEL ‘700 CON RISTORANTE E B&B.
STRUTTURA RAFFINATA CON AMPIO GIARDINO

A Caltabellotta, è in vendita un vecchio caseggiato del ‘700 prospiciente in un grande giardino di 1.000 mq circa, finemente ristrutturato e arredato.
L’antica struttura si articola in più livelli, mantenendo però l’idea del “loft”. Subito all’entrata, si apre il salone attesa (che all’occorrenza può ospitare 20 coperti), la reception, e il bagno handicap da un lato, mentre dall’altro si accede in cucina, che dispone anche di zona preparazione, bagno e dispensa.
Dall’ingresso una rampa di scale porta ad un livello superiore dove si aprono due sale da pranzo intercomunicanti che possono ospitare fino a 40 coperti.
Da qui un’altra rampa di scale porta ad un piano ancora più su sino all’accesso alle tre camere da letto dotate di spogliatoio e bagno.
Quindi l’uscita in giardino, in parte pavimentato, che accoglie fino a 100 coperti e dove si può trovare ulteriore refrigerio nelle calde giornate estive, immergendosi in una piccola piscina.
Sul giardino si apre una costruzione su due livelli con due bagni, oltre un locale tecnico con lavanderia e un bagno per il pubblico.
Tutta la struttura si estende su quasi 300 mq di coperto e 1.000 mq di giardino.
Per informazioni telefonare allo 0925 1955927 -ore ufficio-